Correzione delle palpebre

Cos’è la blefaroplastica?

Blefaroplastica o correzione delle palpebre è il nome chirurgico per una procedura che corregge le palpebre e l’area degli occhi. Inizialmente crea un aspetto giovane della zona, ma può anche aiutare con alcuni problemi di vista. Sotto gli occhi, questo tipo di procedura chirurgica può eliminare le calotte abbassate e le rughe visibili. C’è un numero crescente di persone che decide sulla correzione delle palpebre e la cui blefaroplastica ha soddisfatto le aspettative.

Preparazione del paziente

Come per tutte le operazioni, anche la blefaroplastica richiede una consultazione preoperatoria con il chirurgo per determinare le aspettative e soddisfare il paziente con informazioni importanti. Generalmente, prima dell’intervento chirurgico dovrebbe essere interrotto l’assunzione di farmaci antidolorifici come l’aspirina o Andol. Il paziente avrà familiarità con il tipo di anestesia che sarà soggetta a questa procedura. Per quanto riguarda la procedura stessa, è di breve durata, ordinaria e semplice. A volte viene eseguito insieme ad altri interventi estetici.

La procedura

La blefoplastica viene eseguita più comunemente in anestesia locale ed eccezionalmente in generale. Poiché i tagli non dovrebbero essere visibili, funzionano su fasce e linee in pelle, quindi il grasso in eccesso viene rimosso o spostato, i muscoli si riducono e la pelle viene rimossa. Con queste tre tecniche, il paziente risolve la causa dell’aspetto stanco, dei segni visibili dell’invecchiamento cutaneo e della visione difficile. Oltre alla blefaroplastica classica in cui il taglio si trova sotto le ciglia, la blefaroplastica transconduttiva viene eseguita mediante un taglio all’interno del rivestimento occipitale.

Processo di recupero e suggerimenti utili

A seconda delle condizioni del paziente e della complessità dell’operazione, un giorno il ricovero avviene dopo la procedura. Il recupero continua con l’assistenza domiciliare. Ciò che è particolarmente importante è sottolineare che, a differenza di altre procedure, la blefaroplastica non è quasi trattata con dolore postoperatorio. Il problema più comune dopo la procedura è l’aumento delle lacrime. Le suture vengono prese da 3 a 7 giorni dopo l’operazione e molto probabilmente andare a lavorare dieci giorni dopo l’intervento chirurgico o prima con gli occhiali da sole.

Risultati

Le aspettative complete del paziente vengono raggiunte un mese dopo l’intervento. Quindi gli effetti diventano completamente visibili.